Parker Italia

Come ottenere la sicurezza nel Motion & Control all’interno di un ambiente ATEX

atexI macchinari e l’equipaggiamento sono fondamentali in tutti i settori dell’industria moderna ma cosa succede quando l’atmosfera all’interno dell’ambiente in cui operano questi elementi è potenzialmente a rischio esplosione?

Ogni operazione di Motion & Control crea attrito e, con sufficiente potenza, può innescare una fonte di calore o combustione. Un semplice interruttore per esempio potrebbe essere considerato una potenziale fonte di combustione. Come conseguenza diretta di questa considerazione, ogni macchinario ed equipaggiamento OEM deve essere testato, valutato e certificato per l’utilizzo in sicurezza. Gli ambienti a rischio esplosione sono considerati tali a causa della presenza di gas infiammabili, nebbie d’olio, vapori o polveri combustibili. Se nell’aria è presente una determinata quantità di queste sostanze, l’innesco di una semplice fonte di combustione può causare un’esplosione.

La Direttiva ATEX

ATEX (termine derivato dalla lingua francese ATmospheres EXplosives) è il nome comunemente usato nelle normative Europee per il controllo dell’equipaggiamento utilizzato in queste atmosfere a rischio. Le direttive dichiarano che gli utilizzatori hanno il dovere di eliminare e controllare i rischi all’interno degli ambienti con rischio di esplosione. Questi ambienti devono essere classificati in zone. La classificazione data ad una particolare zona, unitamente alla sua dimensione e posizione, è correlata alla probabilità che il rischio esplosione occorra e alla sua persistenza nel tempo.

Zone e classificazioni

Esistono 3 tipologie di zone per classificare la presenza di una potenziale atmosfera esplosiva:

  • Presenza continua o per lunghi periodi (Gas Zone 0)
  • Possibilità occasionale di presenza nelle normali operazioni, tipicamente tra le 10-1000 ore/anno (Gas Zone 1)
  • Scarsa possibilità di presenza nelle normali operazioni, ma nell’eventualità che si verifichi, persistenza tipicamente inferiore alle 10 ore/anno (Gas Zone 2)

zone atexPer quanto riguarda le apparecchiature, la Direttiva ATEX individua due possibili gruppi:

  • Gruppo 1: equipaggiamento ideato per utilizzo in miniere sotterranee e installazioni in superficie a contatto con vapori/polveri infiammabili provenienti dalle miniere stesse
  • Gruppo 2: equipaggiamento ideato per utilizzo in altri ambienti esposti a rischi esplosivi

Il livello di protezione offerto in ciascun gruppo può essere classificato con normale, alto e molto alto.

Soluzioni per il Motion & Control

chemical plant atexAll’interno di settori quali Oil and Gas, Power Generation, Petrolchimico, Farmaceutico, Lavorazione Legno e Verniciatura ci sono innumerevoli esempi di atmosfere potenzialmente a rischio esplosivo.

Fornire soluzioni di Motion & Control in queste industrie significa affidarsi a un partner che abbia una conoscenza profonda e radicata dell’argomento ATEX, e allo stesso tempo avere la garanzia di ottenere prodotti che operino in sicurezza. I prodotti pertanto devono rispettare tutti gli standard di sicurezza e superare ogni procedura di verifica e controllo. Come risultato, tutti i componenti che contengono o costituiscono una possibilità di innesco per la combustione, devono essere preventivamente testati per la successiva implementazione in un sistema a rischio. I componenti sono generalmente testati e certificati da ente terzo, con alcune eccezioni (per utilizzo in ambienti con basso rischio) che possono essere certificate autonomamente.

atex logoUna volta certificato, l’equipaggiamento è contraddistinto dal simbolo “EX” che identifica l’idoneità agli ambienti a rischio esplosione e rende più facile la distinzione dai prodotti non adatti. In definitiva una vasta gamma di prodotti unita all’esperienza applicativa più profonda è quello che gli utilizzatori finali cercano quando si parla di prodotti per il Motion & Control in ambienti ATEX.

Scopri di più

Parker offre molti componenti adatti all’utilizzo in ambienti ATEX, come cilindri, valvole, filtri, motori, controllori, solenoidi, sensori e interruttori. Scarica il catalogo per saperne di più.

Questo articolo è stato scritto con il contributo di:

franck roussillon

 

Franck Roussillon, European Product Manager

Pneumatic Division Europe, Parker Hannifin Corporation

 

 

Se ti è piaciuto questo post, forse potrebbe anche interessarti:

L'importanza della collaborazione nel mondo IoT

A lezione di pneumatica: il rilevamento continuo della posizione

Innovare per affrontare la sfida delle 4C nel ferroviario

 

Categorie
Post Recenti dell'Autore

Come garantire aria compressa e azoto di qualità certificata nell’industria del Food and Beverage

Prima di spiegare cosa serve per purificare l'aria compressa nelle industrie alimentari e delle bevande, serve innanzitutto comprendere le normative e gli standard imposti ai produttori e rivenditori...

Parker ottiene la nuova certificazione IATF 16949:2016

Siamo lieti di annunciare che la divisione Parker Low Pressure Connector Europe (LPCE), parte di Parker Hannifin Corporation, il leader globale nelle tecnologie di movimentazione e controllo,...

Come installare i cilindri pneumatici per massimizzare la durata e le prestazioni

Installare un cilindro pneumatico in modo corretto, è di fondamentale importanza. Commettere degli errori durante la fase di installazione del cilindro può comprometterne la sua operatività...
Commenti

Hai domande su prodotti o servizi Parker? Contattaci per ricevere assistenza!

Note to Come ottenere la sicurezza nel Motion & Control all’interno di un ambiente ATEX

Lascia un commento





Captcha